Otto consigli per mangiare sano, perdere peso e avere più energia

8 consigli per mangiare sano, perdere perso e avere più energia

Mangiare sano è un’abitudine che può insediarsi beneficamente nella tua vita con enormi vantaggi sulla tua salute.

È un atteggiamento più che un concetto di dieta, e se ne focalizzi i punti principali, diventerà un modus operandi spontaneo che farà parte di te ancor prima che tu te ne accorga, determinando un benessere costante da cui difficilmente si torna indietro.

Il concetto del mangiare sano si focalizza sul consumo di cibi veri, naturali, il meno trattati possibile, preparati in modo semplice e conditi con grassi salutari, e un pizzico di creatività.

Adottare un regime alimentare sano può essere un metodo semplice ed efficace non solo per perdere peso, ma anche per mantenere la forma fisica (e psichica) ideale.

Mangiare sano può inoltre significare di cancellare la dipendenza dai prodotti dei supermercati e dei fast-food, i quali sono generalmente trattati, stimolandoti a preparare autonomamente i tuoi pasti, processo che, tra l’altro, può anche farti risparmiare molti soldi.

Ecco alcuni consigli basilari ma essenziali sul mangiare sano che ti aiuteranno a perdere peso, avere più energie, essere focalizzati e concentrati, leggeri e sani, portando una grande qualità alle tue giornate.

Ridurre il consumo di zuccheri:

Lo dico sempre e voglio ripeterlo ancora:  il consumo eccessivo di zucchero è collegato a numerosi problemi di salute come l’obesità e le malattie cardiache. Nel passaggio al cibo più sano, qualsiasi alimento o bevanda contenente zuccheri aggiunti deve essere esclusa automaticamente. Puoi provare a sostituire i tuoi snack preferiti con alimenti sani; ciò limiterà le voglie facendo in modo che tu possa tenere sotto controllo il tuo obiettivo di dimagrimento. Ad esempio, puoi provare a consumare dello yogurt greco con cannella, bacche e cocco non zuccherato invece del tuo gusto preferito di gelato.

Consumare alimenti sani anche quando si mangia fuori:

Quando sai già cosa vuoi e ti è chiaro cosa ti fa bene e cosa no, mangiare bene può essere facile come bere un bicchier d’acqua, anche quando si esce fuori a cena. Anche quando vai al ristorante con gli amici, opta per prodotti freschi, proteine magre e grassi sani, evitando farine, zuccheri ed eccesso di alcol.

Riuscirai a divertirti comunque, anche se i tuoi amici ordineranno una pizza e tu una grigliata di pesce E tu dopo starai sicuramente meglio!

Nonostante sia perfettamente normale premiarsi ogni tanto, è importante limitarsi nel consumare piatti pesanti come cibi fritti e pizza o pasta. È inoltre possibile provare a limitare il consumo di carboidrati a colazione, e mangiare insalata prima dei pasti, incrementando quindi l’introduzione di verdure.

Non assumere le calorie in forma liquida:

Consumare bevande cariche di zuccheri e bibite caloriche può portare ad un serio aumento di peso, riducendo quindi drasticamente le possibilità di dimagrimento, senza dimenticare i danni enormi a livello di salute generale. Aumenta inoltre il rischio di sviluppare infiammazione, insulino-resistenza e diabete di tipo 2.

Al fine di evitare l’introduzione di zuccheri aggiunti è opportuno optare per:

  • acqua (l’acqua calda è l’opzione migliore)
  • bevande senza zucchero come il tè verde, tisane e infusi
  • Acque aromatizzate da te, con l’aggiunta di fette di limone, zenzero, menta o frutta fresca.

Concentrarsi sugli ingredienti piuttosto che sulle calorie:

Benché eliminare alimenti malsani e ad alto contenuto calorico sia essenziale al fine della perdita di peso, ricopre molta più rilevanza fare attenzione agli ingredienti ed alla qualità del cibo piuttosto che alle calorie contenute nello stesso.

Ad esempio, nonostante le nocciole e gli avocado abbiano molte calorie, sono anche ricchi di nutrienti essenziali come i grassi sani e le fibre, le quali agevolano il senso di fame e la salute metabolica, facendoti sentire soddisfatto sia nei pasti che come spuntini.  

Inoltre, selezionare gli alimenti in base a come ci aiuteranno a nutrire il nostro corpo piuttosto che concentrarsi sull’apporto calorico, aiuta a sviluppare un rapporto più equilibrato con ogni tipo di cibo.

Tenere ben forniti il frigorifero e la dispensa:

È importante essere preparati al processo di transizione ad un’alimentazione più sana. Organizzare lo spazio in cucina con alimenti funzionali e zero tentazioni è l’approccio ideale per partire con il piede giusto.

In tal modo si è più propensi a prepararsi dei pasti e degli snack salutari.

Fai in modo di riservarti del tempo ogni settimana per andare a fare la spesa, in modo che la tua cucina sia sempre rifornita di tutti gli ingredienti essenziali che ti servono per rispettare il tuo obiettivo di benessere.

Tira fuori lo chef che è in te:

Molte persone sono bloccate in diete insalubri come nelle sabbie mobili, poiché sono troppo impegnate e non hanno tempo per cucinare. Abituarsi a comprare snack e pasti da consumare to go, diventa una abitudine così malsana, da cui è poi difficile tornare indietro.

Benché cucinare potrebbe richiedere impegno, i vantaggi che se ne ricavano sono centuplicati a confronto. Il controllo delle materie prime, dei metodi di cottura e dei condimenti fanno una grande differenza in termini di salute. E riducono tantissimo il rischio di contrarre malattie come il diabete e l’obesità.

Cucinando i cibi da sé, con un po’ di organizzazione, può aiutare nell’introdurre più grassi sani e meno oli trasformati chimicamente, più alimenti integrali e meno prodotti raffinati.

Puoi inoltre investire in una lavagna magnetica da posizionare in cucina, in modo che tu possa appuntare diverse ricette o idee, piani alimentari, e la lista della spesa per la settimana, in modo da avere sott’occhio (e sotto controllo) esattamente cosa hai in piano di mangiare, cosa hai a disposizione, cosa hai già cucinato.

  • Puoi coinvolgere la tua famiglia, anche nelle preparazioni semplici.
  • Diventerà un’importante occasione di condivisione
  • Li metterai al corrente del tuo progetto di benessere
  • Utilizzerai il tempo della preparazione per comunicare invece che farlo in solitudine
  • Renderai coscienti anche i tuoi familiari che mangiare sano fa bene, perché state cucinando proprio quell’ingrediente e ne evitate altri, perché utilizzi una cottura al posto di un’altra.

Prova, è molto costruttivo!

Preparare i pasti per tempo:

Preparare i pasti una settimana prima fa in modo che tutti i giorni tu possa avere a disposizione opzioni salutari e fresche fra cui scegliere. Ti aiuta inoltre a non compiere scelte alimentari sbagliate spinte dalla disperazione o dalla fame improvvisa.

Ad esempio, sapere di avere a disposizione un pasto delizioso già pronto nel frigo può fare in modo che eviti di rivolgerti ad un fast-food per una consegna lampo.

Si può scegliere di saltare i cibi in veloci cotture da fare al momento, o prepararli in anticipo, avendo delle corse settimanali per quando non si ha proprio tempo.

Organizzazione e relax:

Avere un elenco scritto dei cibi che ci si vuole preparare e tenersi un paio d’ore libere ogni due/tre giorni per organizzare le preparazioni da conservare in frigo e tirare fuori al momento opportuno, è un grande sollievo!

Al rientro a casa, avere già tutto pronto e doverlo solo scaldare, permette di sentirsi molto rilassati, poiché non solo non bisogna correre per preparare tutto nel momento in cui si è già stanchi, ma si è certi che quello che stiamo facendo rispetta il nostro obiettivo di benessere e non sposta minimamente dal risultato che si desidera ottenere.

Così prepari cibi sani, in poco tempo, e nel frattempo hai la possibilità di pensare un po’ anche a te stesso, fare un bagno rilassante o trascorrere qualche minuto in più di qualità con la tua famiglia, fare dell’esercizio fisico e dedicare del tempo a te stesso.

E anche questo porta al benessere!

CONCLUSIONI

Mangiare sano non ha niente a che fare con una semplice dieta; si tratta infatti di un approccio sano al modo di nutrirsi che può essere rispettato e seguito per tutta la vita.

Incrementando il consumo di alimenti sani e poco raffinati si è in grado di portare un impatto positivo sulla salute, sul peso e sul benessere complessivo.

La tua salute è importante, e non solo determina il modo in cui vivi la tua vita, ma porta anche un profondo impatto sulla tua autostima.

Dimagrire fa parte dell’essere in salute, al contrario essere in sovrappeso aumenta il rischio di soffrire di condizioni come la pressione alta, problemi cardiaci, certi tipi di cancro, insulino-resistenza fino al diabete di tipo 2.

Può inoltre causare un rischio aumentato di apnea notturna, problemi respiratori o osteoartrite, o ancora aumentare la proliferazione batterica patogena nel tratto digestivo, causare problemi di circolazione sanguigna e linfatica.

A livello psico-emozionale può portare a una chiusura, dovuta alla scarsa autostima o al fatto di non piacersi, provando sensazioni negative riguardo alla propria immagine, e rendendo difficile integrarsi nella comunità.

Al contrario, sentirsi più leggeri non è qualcosa che riguarda solo l’aspetto estetico, ma il muoversi liberi ed energici, seguendo il flusso vitale e avendo libertà di costruire i propri sogni.

Perdere peso vuol dire perdere un carico di scorie e tossine che ostruisce le cellule del corpo e non le fa respirare. Vuol dire liberarsi del superfluo e raggiungere la più autentica essenza, conoscersi appieno, riscoprendo aspetti di noi e risorse che non sapevamo ancora neanche di possedere.

ARTICOLI E VIDEO CHE POSSONO INTERESSARTI

Dimagrire a costo zero: la scoperta dell’acqua calda e i suoi 10 benefici
PERCHÉ LE DIETE NON FUNZIONANO
Spesa dispensa e mindset, ti insegno come fare

Maria Teresa Ficchì

Maria Teresa Ficchì

Naturopata, nutrizionista & Health Coach, fondatrice del metodo EnergyDetox. Amo prendermi cura degli altri e aiutarli a stare bene con i metodi naturali, portandoli alla versione migliore di se stessi.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

 

Accedi SUBITO al Canale Telegram e chatta con me!

Inserisci i tuoi dati e ottieni l’accesso immediato.