7 passi per riequilibrare gli ormoni in modo naturale

7 passi per riequilibrare gli ormoni in maniera naturale.

Gli ormoni sono messaggeri chimici estremamente importanti che influenzano molti aspetti della nostra salute generale.

Gli ormoni – come estrogeni, testosterone, adrenalina, cortisolo e insulina – sono secreti da varie ghiandole e organi, tra cui la tiroide, le ghiandole surrenali, l’ipofisi, le ovaie, i testicoli e il pancreas.

L’intero sistema endocrino lavora insieme per controllare il livello di ormoni che circolano nel nostro corpo, e se uno o più di essi è anche solo leggermente squilibrato, può causare problemi di salute diffusi e anche gravi.

I trattamenti convenzionali per gli squilibri ormonali di solito includono terapie ormonali sostitutive sintetiche, pillole anticoncezionali, iniezioni di insulina, farmaci per la tiroide e altro ancora.

Purtroppo, per la maggior parte delle persone che soffrono di disturbi ormonali, affidarsi a questi tipi di trattamenti sintetici fa spesso tre cose:

  1. Rende le persone dipendenti dall’assunzione di farmaci per il resto della loro vita per tenere sotto controllo i sintomi.
  2. Maschera semplicemente i sintomi, ma non li risolve, il che significa che è possibile continuare a sviluppare anomalie in altre aree del corpo mentre il disturbo progredisce.
  3. Causa un rischio maggiore di gravi effetti collaterali come ictus, osteoporosi, ansia, problemi riproduttivi, cancro e altro ancora.

La buona notizia è che ci sono modi per bilanciare gli ormoni in modo naturale. Qui sotto imparerete a quale tipo di squilibrio ormonale potrebbero indicare i vostri sintomi specifici, quali sono le cause alla radice del vostro problema ormonale e come potete aiutare a trattare il problema senza sperimentare gli effetti collaterali negativi associati ai trattamenti di sintesi.

Ma prima di tutto facciamo conoscenza con uno dei nostri meravigliosi apparati: il sistema endocrino.

CHE COS’È IL SISTEMA ENDOCRINO?

Il sistema endocrino ha il compito di coordinare il rapporto tra i diversi organi e gli ormoni, sostanze chimiche che vengono rilasciate nel sangue dalle cellule all’interno delle ghiandole endocrine.

I nostri ormoni lavorano insieme per mantenere ogni secondo della nostra vita, una  perfetta omeostasi, ovvero un perfetto equilibrio.

Una volta che i nostri ormoni sono in circolazione, prendono di mira specifici tessuti o cellule, legandosi ai recettori che si trovano nella cellula o sulla sua superficie. Questi ormoni funzionano come messaggeri chimici e svolgono un ruolo chiave nelle funzioni quotidiane del nostro corpo.

Il sistema endocrino è costituito da molte ghiandole, compresa l’ipofisi o “ghiandola madre” che è responsabile dell’invio di informazioni dal cervello ad altre ghiandole del corpo.

L’ipofisi è composta da due diversi tipi di tessuto:

  • l’ipofisi anteriore che sintetizza e rilascia gli ormoni classici
  • l’ipofisi posteriore che secerne i neuro-ormoni che si formano nell’ipotalamo.
Poi abbiamo:
  • La ghiandola pituitaria anteriore secerne l’ormone della crescita, che è responsabile della crescita e dello sviluppo corretto, e la prolattina, che è l’ormone che stimola la produzione di latte dopo il parto.
Inoltre produce i seguenti ormoni:
  1. stimolante della tiroide (chiamato anche tireotropina)
  2. follicolo-stimolante
  3. luteinizzante
  4. adrenocorticotropico

  • La ghiandola pituitaria posteriore svolge il compito di produrre ormoni, e di immagazzinare e secernere due ormoni importantissimi, la vasopressina e l’ossitocina, per poi rilasciarli nel flusso sanguigno.

Altre ghiandole importanti del sistema endocrino sono la ghiandola pineale, la tiroide, la paratiroide, il timo e le ghiandole surrenali.

L’intero sistema endocrino quindi, lavora insieme per controllare il livello di ormoni che circolano nel nostro corpo. Quando uno solo di questi ormoni è anche solo leggermente squilibrato, può portare a problemi di salute diffusi che influenzano la crescita, lo sviluppo e la funzione sessuale, il sonno, il metabolismo e la fame.

SEGNI E SINTOMI

Alcuni dei segni e dei sintomi più comuni degli squilibri ormonali includono:

  • Infertilità e ciclo irregolare
  • Aumento o perdita di peso
  • Depressione e ansia
  • Fatica
  • Insonnia
  • Bassa libido
  • Cambiamenti di appetito
  • Problemi digestivi
  • Perdita e diradamento dei capelli

I sintomi degli squilibri ormonali possono variare notevolmente a seconda del tipo di disturbo o malattia che causano.

Ad esempio, gli estrogeni elevati possono contribuire a problemi che includono l’endometriosi e problemi riproduttivi, mentre i sintomi del diabete spesso includono aumento di peso, cambiamenti nell’appetito, danni ai nervi e problemi alla vista.

I PIÙ COMUNI SQUILIBRI ORMONALI E I PROBLEMI CHE CAUSANO

Se dominano gli estrogeni, abbiamo cambiamenti nei modelli di sonno, cambiamenti di peso e di appetito, maggiore stress percepito, rallentamento del metabolismo.

Se vi è sindrome dell’ovaio policistico (PCOS): infertilità, aumento di peso, maggiore rischio di diabete, acne, crescita anomala dei capelli.

Con un basso livello di estrogeni: scarso desiderio sessuale, problemi riproduttivi, irregolarità mestruali, cambiamenti di umore.

Se c’è ipotiroidismo: metabolismo rallentato, aumento di peso, stanchezza, ansia, irritabilità, problemi digestivi, periodi irregolari.

Testosterone basso: disfunzione erettile, perdita muscolare, aumento di peso, affaticamento, problemi legati all’umore.

Ipertiroidismo e malattia di Grave: ansia, diradamento dei capelli, perdita di peso, sindrome del colon irritabile, disturbi del sonno, battiti cardiaci irregolari.

Diabete: aumento di peso, danni ai nervi (neuropatia), maggiore rischio di perdita della vista, affaticamento, difficoltà respiratorie, secchezza delle fauci, problemi di pelle.

Affaticamento surrenale: stanchezza, dolori muscolari, ansia e depressione, difficoltà a dormire, nebbia cerebrale, problemi riproduttivi.

FATTORI DI RISCHIO E CAUSE

Gli squilibri ormonali sono disturbi multifattoriali, nel senso che sono causati da una combinazione di fattori come la dieta, l’anamnesi, la genetica, i livelli di stress e l’esposizione alle tossine dell’ambiente.

Alcuni dei principali fattori che contribuiscono agli squilibri ormonali includono:

Allergie alimentari e problemi intestinali:

Un campo in espansione di nuove ricerche mostra che la salute del tuo intestino gioca un ruolo significativo nella regolazione ormonale. Se hai la sindrome dell’intestino permeabile o carenza di batteri probiotici benefici che rivestono la parete intestinale, sei più sensibile ai problemi ormonali, tra cui il diabete e l’obesità. Questo perché l’infiammazione di solito deriva dall’intestino e quindi ha un impatto su quasi tutti gli aspetti della salute. (qui)

Essere sovrappeso o obeso:

Elevati livelli di infiammazione causati da una dieta povera e da uno stile di vita sedentario, creano un profondo squilibrio degli ormoni.

Suscettibilità genetica:

Alcune persone risentono più di altre dell’esposizione a vari composti tossici (esposizione a pesticidi, tossine, virus, sigarette, alcol in eccesso e sostanze chimiche nocive) (qui)

Elevata quantità di stress, mancanza di sonno e di riposo:

I nostri surreni, che sono la sede della nostra energia quotidiana, secernono l’ormone dello stress, il cortisolo.  Una disfunzione dei surreni è la causa principale dello squilibrio degli ormoni sessuali, soprattutto a causa del “furto di cortisolo”.

Questo si verifica quando il colesterolo, si combina con un eccesso di stress e un enzima ne blocca la conversione; ne consegue la produzione di cortisolo. Il cortisolo provoca poi lo squilibrio di progesterone, estrogeni e testosterone, che diminuisce il desiderio sessuale.

COME EQUILIBRARE GLI ORMONI NATURALMENTE

Passo 1: Sostituire i carboidrati con grassi sani

Mangiare una varietà di alimenti ad alto contenuto di acidi grassi a catena corta, media e lunga, è la chiave per tenere sotto controllo gli ormoni. Il tuo corpo ha bisogno di vari tipi di grassi per creare ormoni, compresi i grassi saturi e il colesterolo. Non solo questi grassi essenziali sono elementi fondamentali per la produzione di ormoni, ma mantengono bassi i livelli di infiammazione, stimolano il metabolismo e favoriscono la perdita di peso. I grassi sani hanno l’effetto opposto dei carboidrati raffinati, che portano all’infiammazione e possono alterare l’equilibrio ormonale.

Le mie quattro fonti preferite di grassi sani e antinfiammatori sono: olio di cocco, avocado, burro da pascolo e salmone selvatico. I benefici dell’olio di cocco sono tantissimi. Per esempio, l’olio di cocco, o burro di cocco, ha effetti antibatterici naturali e brucia-grassi.

I benefici dell’avocado includono il miglioramento della salute del cuore, l’abbassamento dell’infiammazione, il controllo dell’appetito e il contributo all’assunzione giornaliera di fibre e nutrienti come il potassio.

Anche il livello nutritivo del salmone è impressionante: è una delle migliori fonti di acidi grassi Omega 3, che sono noti per abbassare l’infiammazione e aiutare le funzioni cognitive. Gli acidi grassi Omega 3 sono una grande componente delle membrane delle cellule cerebrali e sono importanti per la comunicazione da cellula a cellula nel cervello.

Ecco una regola generale:

Stai alla larga dagli oli ad alto contenuto di grassi omega-6 (olio di cartamo, girasole, mais, semi di cotone, colza, soia e arachidi), e fai abbondante uso invece di ricche fonti di Omega 3 naturali (pesce selvatico, semi di lino, semi di chia, noci e prodotti animali alimentati con erba).

Inoltre, nonostante non sia da raccomandare un eccesso di grassi Omega 6, c’è un tipo di Omega 6 che non può mancare nella tua dieta chiamato GLA.

Il GLA (acido gamma-linoleico) può essere assunto sotto forma di integratore utilizzando l’olio di enotera o l’olio di borragine, e si trova anche nei semi di canapa. Gli studi dimostrano che l’integrazione con GLA può sostenere livelli di progesterone sani.  (qui)

2 Passo : Utilizzare le piante adattogene

Le erbe adattogene sono una classe unica di piante curative che promuovono l’equilibrio ormonale e proteggono il corpo da una grande varietà di malattie, comprese quelle causate da un eccesso di stress. Oltre a potenziare le funzioni immunitarie e a combattere lo stress, la ricerca dimostra che vari adattogeni – come ashwagandha, funghi medicinali, rodiola e basilico sacro – possono:

  • Migliorare la funzione tiroidea
  • Abbassare il colesterolo naturalmente
  • Ridurre l’ansia e la depressione
  • Ridurre la degenerazione delle cellule cerebrali
  • Stabilizzare i livelli di zucchero e di insulina nel sangue
  • Supportare le funzioni delle ghiandole surrenali.

Ashwagandha, in particolare, può essere estremamente efficace nell’equilibrare gli ormoni. Essa giova alla funzione tiroidea perché favorisce l’eliminazione dei radicali liberi che causano danni cellulari. Ashwagandha può essere usato per sostenere una tiroide lenta o iperattiva, e può anche aiutare a superare l’affaticamento surrenale. Le tue ghiandole surrenali possono diventare ipertese quando c’è un eccessivo stress emotivo, fisico o mentale, che porta al danneggiamento di ormoni come l’adrenalina, il cortisolo e il progesterone.

Il basilico sacro, noto anche come tulsi, aiuta a regolare i livelli di cortisolo, funzionando così come rimedio naturale per l’ansia e lo stress emotivo. Gli studi dimostrano che il basilico sacro può proteggere i tuoi organi e tessuti contro lo stress chimico derivato da sostanze inquinanti e metalli pesanti, che sono altri fattori che possono portare a squilibri ormonali.

Griffonia La sua caratteristica è quella di promuovere la produzione di serotonina, considerato l’ormone del benessere, dato che regola il tono dell’umore, il sonno e anche l’appetito.

Agendo e aumentando la produzione della serotonina, la pianta è utile per alleviare gli squilibri del tono dell’umore. Secondo le ricerche può avere benefici anche per migliorare la depressione (lieve e moderata).

La serotonina non è responsabile solo del nostro tono dell’umore.

Quando i suoi livelli sono troppo bassi, possono manifestarsi più frequentemente ansia e panico, anche per motivi che non giustificano questi due stati d’animo. Inoltre, poiché la serotonina è anche il precursore della melatonina, la Griffonia agisce in maniera positiva anche sul sonno: aiuta a regolare il normale ritmo sonno-veglia, soprattutto se è disturbato da un apporto insufficiente di melatonina.

Shatavari: considerata una delle più potenti erbe ringiovanenti, è usata in particolare per favorire la fertilità e per i numerosi benefici che apporta soprattutto all’apparato riproduttivo femminile.

La versatilità di questa pianta la rende però utile anche per la salute dell’uomo.

Inoltre, possiede proprietà adattogene ed è quindi in grado di sostenere l’organismo in situazioni di stress fisico o mentale e di rinforzare il sistema immunitario.

Uno studio pubblicato nel 2013 (qui) ha mostrato che shatavari rinforza l’azione del sistema immunitario e può aiutare a trattare alcune condizioni dell’apparato riproduttivo femminile, incluse manifestazioni fisiche ed emotive legate alla menopausa.

Le sue qualità nutrienti, rinfrescanti e calmanti agiscono anche sulla mente con effetto rilassante e antidepressivo.

La shatavari ha un effetto diuretico e quindi potrebbe non essere indicata se si ha già tendenza a disidratazione e secchezza e non deve essere presa in caso si assumano farmaci diuretici.

3 Passo: trattare gli squilibri emotivi

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, le emozioni interne hanno un impatto diretto sulla salute di una persona. Trattare gli squilibri emotivi, i fattori esterni e le scelte di stile di vita che li hanno causati, può aiutare a prevenire le condizioni di salute associate agli squilibri ormonali.

I professionisti della MTC sostengono che le emozioni collegate alla paura causino malattie negli organi riproduttivi, nei reni e nelle ghiandole surrenali, influenzando i livelli di cortisolo. Questo può portare a gravi condizioni come la PCOS (sindrome dell’ovaio policistico) e l’infertilità.

Le emozioni della frustrazione, dell’impazienza e della mancanza di perdono causano malattie nel fegato, che possono portare a uno squilibrio di estrogeni.

E le emozioni di preoccupazione e ansia possono causare problemi con i livelli di insulina, che possono poi influenzare diversi ormoni.

Una delle componenti principali per bilanciare gli ormoni ormoni è naturalmente quella di affrontare gli squilibri emotivi con cui hai a che fare. Puoi farlo riducendo i livelli di stress, impegnandoti in una ricerca personale e prendendoti del tempo per te stesso, riflettere ed elaborare i tuoi vissuti.

Praticare la meditazione o la preghiera di guarigione può essere estremamente benefico, così come gli esercizi di respirazione profonda, passare del tempo all’aperto e fare esercizio fisico ogni giorno. Anche le terapie della medicina tradizionale cinese, come l’agopuntura e il massaggio, possono aiutare a migliorare l’equilibrio ormonale, a combattere lo stress e a migliorare il flusso sanguigno.

Le tue emozioni e i tuoi ormoni sono collegati, quindi lavorando per bilanciare l’uno, hai un impatto positivo sull’altro. Se ti senti stressato, arrabbiato, agitato o addirittura impaurito, capisci che questo sta influenzando il tuo equilibrio ormonale e può portare a problemi di salute ancora più gravi.

Continua a lavorare sul tuo equilibrio emotivo, facendolo diventare parte della tua routine quotidiana.

4 Passo: ricorri a supplementi per riempire le carenze nutrizionali.

A volte è necessario integrare per riempire i vuoti nutrizionali che possono portare a uno squilibrio ormonale. Ecco i migliori integratori che consiglio per i vostri ormoni:

Olio di enotera: L’olio di enotera contiene acidi grassi Omega 6, come LA e GLA, che supportano la funzione ormonale complessiva. L’integrazione con l’olio di enotera può aiutare ad alleviare i sintomi premestruali e PCOS. Aiuta anche a creare un ambiente sano per il concepimento.

Vitamina D: La vitamina D agisce quasi come un ormone all’interno del corpo e ha importanti implicazioni per mantenere bassi i livelli di infiammazione. Questo è il motivo per cui le persone che vivono in zone buie spesso soffrono di depressione stagionale e di altri problemi di salute, a meno che non integrino con la vitamina D. Il sole è davvero il modo migliore per ottimizzare i livelli di vitamina D, perché la pelle nuda produce la vitamina D da sola se esposta anche a piccole quantità di luce solare diretta. La maggior parte delle persone dovrebbe integrare con circa 2.000-5.000 UI al giorno di vitamina D3 se vivono in zone buie, durante l’inverno e nei giorni in cui non sono al sole. (qui)

Brodo di ossa: Il brodo di ossa sfiamma l’apparato digerente e fornisce al corpo sostanze nutritive che possono essere facilmente assorbite. Il consumo di brodo di ossa o di proteine in polvere a base di brodo di ossa è particolarmente benefico per la salute perché contiene composti curativi come collagene, prolina, glicina e glutammina, che hanno la polvere per aumentare la salute generale.

Probiotici: I probiotici possono aiutare a riparare il rivestimento intestinale, che a sua volta può bilanciare gli ormoni. Quando le particelle di cibo non digerito, come il glutine per esempio, penetrano nel flusso sanguigno attraverso l’intestino, causano un’infiammazione che si ripercuote su tutto il corpo, in particolare sulle ghiandole come la tiroide, che è molto suscettibile ad una maggiore infiammazione.

La maggior parte delle persone con intestino permeabile, hanno una carenza di probiotici nell’intestino. I probiotici sono batteri sani che possono effettivamente migliorare la produzione e la regolazione di ormoni chiave come l’insulina, la grelina e la leptina.

5 PASSO: Usa gli oli essenziali e  She Oak

Per bilanciare i tuoi ormoni in modo naturale, è importante eliminare le tossine nel corpo evitando i prodotti convenzionali per la cura del corpo che sono fatti con prodotti chimici potenzialmente dannosi tra cui DEA, parabeni, glicole propilenico e laurilsolfato di sodio. Un’alternativa migliore è quella di utilizzare prodotti naturali realizzati con ingredienti come oli essenziali, olio di cocco, burro di karité e olio di ricino.

Per sostituire i prodotti tossici per la cura del corpo e la pulizia, usate questi oli essenziali equilibratori ormonali:

Salvia sclarea: La salvia sclarea aiuta a bilanciare i livelli di estrogeni perché contiene fitoestrogeni naturali. Può essere usata per regolare il ciclo mestruale, alleviare i sintomi della sindrome premestruale, trattare l’infertilità e la PCOS. Inoltre serve anche come rimedio naturale agli squilibri emozionali, come la depressione e l’ansia, anche e soprattutto in menopausa.

Diffondere nell’ambiente 3-5 gocce di essenza per alleviare lo stress.

In caso di crampi e dolori, massaggiare 5 gocce di salvia sclarea con 5 gocce di olio di cocco all’altezza dello stomaco e in ogni altra area interessata.

Finocchio: Problemi come la salute dell’intestino possono essere la causa di reazioni autoimmuni, inclusi problemi della tiroide.

L’utilizzo di olio essenziale di finocchio rilassa il corpo, migliora la digestione e la salute intestinale, stimola il metabolismo e riduce l’infiammazione. È possibile massaggiare 2 gocce di finocchio all’altezza dello stomaco o aggiungerne 1-2 gocce a una tazzadi acqua calda o infuso per assumrlo per via interna. Ovviamente deve essere bio e per uso alimentare.

Lavanda: l’olio di lavanda promuove l’equilibrio emotivo, in quanto può aiutare a trattare l’ansia, la depressione, l’umore e lo stress. Può anche essere usato per favorire un sonno ristoratore, che aiuterà a bilanciare i livelli ormonali. Diffondere 5 gocce di olio di lavanda a casa, aggiungere 5 gocce in un bagno d’acqua calda o applicare 3 gocce sulle tempie, sulla schiena o sul collo o sui polsi, dona un immediato e profondo senso di relax.

Legno di sandalo: l’olio essenziale di legno di sandalo può essere usato per aumentare la libido, ridurre lo stress, favorire il rilassamento, aumentare la chiarezza mentale e persino aiutare a rilassarti. La potente fragranza scatena sensazioni di pace interiore e si traduce in una riduzione complessiva dello stress che agisce a livello ormonale. Inalare il legno di sandalo direttamente dal flacone, diffonderlo in casa o applicare 2-3 gocce sui polsi e sulle piante dei piedi.

Timo: l’olio di timo migliora la produzione di progesterone, che aiuta a trattare o ad alleviare problemi di salute come infertilità, PCOS, menopausa, depressione, fibromi, perdita di capelli e insonnia. Per aiutare a bilanciare gli ormoni in modo naturale, aggiungere 2 gocce di olio di timo a un bagno d’acqua calda o strofinare 2-3 gocce con olio di cocco in parti uguali sull’addome.

Il fiore australiano She Oak: agisce a livello energetico su tutte le disfunzioni dell’apparato ormonale, sessuale e riproduttivo femminile.

La funzione principale di questo rimedio è correlata ai fattori emotivi che possono inibire la fertilità, ovvero è per quelle donne che, senza alcuna apparente causa fisica, non riescono a concepire.

She Oak lavora fino ad eliminare quei blocchi emotivi, consci o inconsci, che possono impedire il concepimento.

Inoltre a livello fisico molto spesso si verificano casi di infertilità causati da disidratazione della matrice uterina. In questi casi She Oak si è dimostrato efficace, in effetti uno dei benefici che apporta, è una profonda idratazione dei tessuti.

L’essenza She Oak regola la produzione degli ormoni riproduttivi femminili, in particolare in quei casi in cui le ovaie funzionano spasmodicamente, provocando un ciclo mestruale irregolare. D’altronde questo fiore è usato anche da molti ginecologi per trattare gli squilibri ormonali, inclusa la tensione premestruale.

  • In ambito ginecologico viene inoltre consigliato l’utilizzo del rimedio al posto della terapia ormonale sostitutiva e come coadiuvante nella prevenzione dell’osteoporosi.
  • In naturopatia si prescrive il rimedio per la ritenzione dei liquidi legata al ciclo mestruale.
  • La kinesiologia utilizza l’essenza per equilibrare la funzione delle ovaie e dei testicoli.

She Oak da solo lavora sull’idratazione, e ha un effetto riequilibrante sulle ovaie. Viene usato con successo per la sindrome dell’ovaio policistico.

Può essere usato da solo o in combinazione, trovi tutte le informazioni in questo articolo.

6 Passo: Attenzione ai farmaci e agli anticoncenzionali

Sei a conoscenza degli effetti collaterali dei farmaci che assumi?

Alcuni possono disturbare l’equilibrio ormonale, portando ad effetti collaterali come stanchezza, cambiamenti nell’appetito, alterazione del sonno, scarsa libido, tristezza e persino depressione.

Alcuni farmaci che possono alterare il tuo equilibrio ormonale includono corticosteroidi, stimolanti, statine, agonisti della dopamina, rexinoidi e glucocorticoidi. Fai attenzione ai farmaci, parla con il tuo medico degli effetti collaterali e cerca, quando possibile, delle alternative naturali.

La pillola è un altro pericoloso farmaco che altera i livelli ormonali. La pillola è un tipo di terapia ormonale che innalza i livelli di estrogeni a livelli talmente pericolosi che può causare molte complicazioni.

Se stai prendendo la pillola considera che ci sono molti altri modi (più sicuri) per prevenire una gravidanza. Gli studi dimostrano che i rischi per la salute derivanti dalla sua assunzione, soprattutto a lungo termine, come ad esempio:

  • Metrorragia tra un ciclo e l’altro
  • Emicranie
  • Aumento della pressione sanguigna
  • Aumento di peso
  • Dolori alla schiena
  • Cambiamenti d’umore
  • Nausea
  • Tensione mammaria
  • Aumento del rischio di trombosi, infarto e ictus

7 Passo: Dormire di più

Se non dormi 7/8 ore ogni notte, non stai facendo un grande favore al tuo corpo..

La mancanza di sonno o il disturbo del ritmo circadiano naturale può essere una delle peggiori abitudini che contribuiscono allo squilibrio ormonale.

In che modo? Perché i tuoi ormoni lavorano secondo un programma! Un esempio: Il cortisolo, il principale “ormone dello stress”, viene regolato a mezzanotte.

Pertanto, andando a letto più tardi non ci si prende mai una vera e propria pausa dalla risposta allo stress “flight or fight” causata dal cortisolo. Ogni 10 minuti di sonno persi dopo la mezzanotte, equivalgono ad un’ora di sonno persa prima delle ore 24.

La mancanza di sonno, l’uso prolungato di corticosteroidi e lo stress cronico sono tre dei maggiori fattori che contribuiscono a livelli elevati di cortisolo. Un rapporto pubblicato sull’Indian Journal of Endocrinology and Metabolism ha dichiarato che “lo stress può portare prfonde modifiche in  molti ormoni tra cui glucocorticoidi, catecolamine, ormone della crescita e prolattina”. (qui)

Il sonno aiuta a mantenere gli ormoni dello stress in equilibrio, fabbrica energia e permette al corpo di recuperare in maniera corretta.

L’eccesso di stress e lo scarso sonno, sono legati a livelli più elevati di cortisolo mattutino, a una diminuzione dell’immunità, a problemi di rendimento sul lavoro e a una maggiore suscettibilità all’ansia, all’aumento di peso e alla depressione. Per massimizzare la funzione ormonale, bisognerebbe cercare idealmente di andare a letto entro le 22 e avere il più possibile un ciclo sonno-veglia regolare.

COME SI PUO’ TESTARE LA SALUTE DEGLI ORMONI

Se sei preoccupato per la tua salute ormonale, potresti far testare i tuoi livelli ormonali nei seguenti modi:

Test della saliva: Il test della saliva misura i livelli ormonali del corpo a livello cellulare. Un test della saliva può misurare i livelli di estrogeni, progesterone, testosterone, cortisolo e DHEA.

Analisi del sangue: Questo tipo di test ormonale richiede che il sangue sia raccolto in laboratorio. Un’analisi del sangue può misurare i livelli ormonali liberi (o attivi) e totali, cosa che l’analisi della saliva e delle urine non può fare.

Test delle urine: L’esame delle urine richiede la raccolta di ogni goccia di urina per un periodo di 24 ore. Poi l’urina viene analizzata per identificare ogni ormone presente e a quali livelli in quel particolare giorno. Questo è il test ormonale più completo, perché monitora i livelli ormonali durante l’intera giornata, invece dei livelli in quel momento, come nel caso dei test del sangue e della saliva.

Test ormonale follicolo-stimolante: Questo tipo di test è comunemente usato per misurare lo stato ormonale delle donne in premenopausa che iniziano a manifestare i sintomi della menopausa.

CONSIDERAZIONI FINALI

Gli squilibri ormonali colpiscono molti milioni di persone in tutto il mondo, sotto forma di disturbi comuni come il diabete, disturbi tiroidei, irregolarità mestruali, infertilità, basso livello di testosterone e dominanza di estrogeni.

I sintomi includono una sensazione di ansia, stanchezza, irritabilità, aumento o perdita di peso, il non dormire bene e il notare cambiamenti nel desiderio sessuale, la concentrazione e l’appetito.

Le cause degli squilibri ormonali includono cattiva salute intestinale, infiammazione, elevate quantità di stress, suscettibilità genetica e tossicità.

I trattamenti naturali includono l’applicazione di una dieta antinfiammatoria, il consumo di omega-3 a sufficienza, il dormire bene, l’esercizio fisico e il controllo dello stress.

La maggior parte delle persone può sentirsi molto meglio apportando i cambiamenti di stile di vita di cui ti ho parlato in questo articolo.

Tuttavia, per le persone con diagnosi di disturbi tiroidei e ormonali, tra cui il diabete di tipo 1 o 2, l’insufficienza surrenale, il morbo di Addison, il morbo di Graves e la sindrome di Cushing, è sempre importante parlare con il proprio medico prima di interrompere l’uso dei farmaci.

I trattamenti naturali di cui sopra possono aiutarti a superare i tuoi disturbi e a ridurre notevolmente i sintomi, ma queste raccomandazioni non dovrebbero prendere il posto della supervisione medica.

Poiché gli squilibri ormonali variano molto in termini di gravità dei sintomi, tieni sempre traccia di come ti senti, fai le tue ricerche e valuta come rispondi ai diversi trattamenti.

Alcuni prodotti elencati in questo articolo, che puoi acquistare:

Ashwagandha

Griffonia

Shatavari

Basilico sacro (tulsi)

Vitamina D

Olio d’enotera e Omega 3-6-9

Salvia

Maria Teresa Ficchì

Maria Teresa Ficchì

Naturopata, nutrizionista & Health Coach, fondatrice del metodo EnergyDetox. Amo prendermi cura degli altri e aiutarli a stare bene con i metodi naturali, portandoli alla versione migliore di se stessi.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

 

Accedi SUBITO al Canale Telegram e chatta con me!

Inserisci i tuoi dati e ottieni l’accesso immediato.